N° 73 bis del 28 maggio 2018


Editoriale

STALLO

La situazione politica attuale italiana assomiglia per molti versi a quella del nostro giornale: uno stallo denso di sbadigli, una noia mortale rotta a tratti da involontari lampi del tutto casuali, quali il falso curriculum del Carneade Conte, il futuro probabile Presidente del Consiglio, nominato dal duo Di Maio – Salvini, che più che la coppia di leader politici uscita vincente dalle urne assomiglia alla giuria di un talent qualsiasi, di quelli alla ricerca delle nuove star dell’empireo televisivo.

Le uniche scosse al torpore generale sono rappresentate dalle nomination dei probabili ministri, in particolare di quello dell’Economia, per il quale si fa il nome nientemeno che di Paolo Savona, noto anti-europeista, con Salvini lì a giurare e spergiurare che no, loro non sono per l’uscita dall’Euro, ma solo per una riforma dell’UE, come un bambino pescato con le mani nella marmellata, che nega l’evidenza di fronte al precettore Mattarella, che crudelmente non vuole accettarne la designazione.

P.S. Non abbiamo fatto in tempo a pubblicare l’editoriale che un nuovo colpo di scena irrompe a sconvolgere lo stallo: Conte esce mestamente di scena mentre Mattarella e il duo Salvini – Di Maio rompono la breve tregua armata proprio sul discusso Ministro dell’Economia; così l’incarico di riprovarci viene affidato a Cottarelli, alias Mister Forbici, l’esperto di spending review, che verrà prevedibilmente impallinato anche lui.

Per quanto ci riguarda, la ricetta per uscire dal torpore ce la fornisce Massimo Carafa che, nelle vesti del suo doppio musicista francese, descrive un bollente convegno amoroso con una misteriosa vedova bianca, ambientato nel famoso cimitero parigino di Pére Lachaise, dove riposano le spoglie dei più famosi musicisti degli ultimi secoli, coi due amanti nascosti alla vista dei visitatori dai potos e favoriti dal riparo che offrono i monumenti funebri di Frèderich Chopin e Michel Petrucciani.

L’illustrazione, realizzata per l’occasione, è della disegnatrice Laura Angelucci.

[one_third_last]