feb 15, 2014 | Post by: admin Commenti disabilitati

IL RITORNO DI APAZ di Massimo Carafa con Tiziana Ghiglioni di Michele Colucci

 

A circa vent’anni dalla sua uscita, era il 1995, se ne parla ancora. Il disco d’esordio di Massimo Carafa, dedicato sin dal titolo e dalla copertina (che ritrae un suo murales realizzato a casa dell’autore) all’amico Andrea Pazienza, il genio del fumetto scomparso tragicamente e troppo presto, fa ancora notizia.

E’ infatti uscita una nuova versione del video che circa un anno fa Patrick Sablot realizzò, montando immagini di repertorio tratte da uno dei rari concerti di presentazione del disco. La nuova versione, lunga 4.18 minuti, circa un minuto in meno della precedente, rispetto a questa privilegia l’aspetto musicale, che nel primo video veniva – a dire il vero – un po’ troppo sacrificato, a vantaggio delle belle immagini tratte dal concerto. La nuova versione elegge i brani musicali a protagonisti, mentre le immagini della band in azione, di splendida fattura peraltro, fanno da sfondo alla colonna sonora.

L’attualità dei brani composti dal nostro è sorprendente: sembra di ascoltare un disco di jazz dei giorni nostri; a conferma del fatto che le geniali intuizioni del vibrafonista erano addirittura avanti di un paio di decenni rispetto al tempo in cui furono concepite. L’eccezionale voce di Tiziana Ghiglioni non è altro che il degno suggello di una grande vocalist, sempre disposta alle collaborazioni più disparate, anche con musicisti giovani e sconosciuti, ad uno dei più bei prodotti che il jazz nostrano possa vantare, orgogliosamente tutto made in Puglia, con l’eccezione proprio della guest star ligure (ma non del tutto, visto che il nonno materno pare sia nato o comunque vissuto a S. Severo almeno una decina di anni agli inizi del secolo scorso).

E’ un’emozione unica rivedere, ringiovaniti e smagriti, i vecchi compagni di sempre, da un impetuoso Michele Carrabba ai sax (tenore e contralto) al talentuoso Vito Di Modugno all’organo Hammond, dal versatile Mario Rosini (anche se solo in audio) al pianoforte acustico, prima della sua breve avventura sanremese, al marziale Michele Di Monte alla batteria, preciso come un metronomo. Emozione che si trasforma in commozione alla vista, sia pure sfuggevole, di Mariella Carbonara, che molti ricordano ancora nel concerto del decennale del disco, in una delle sue ultime esibizioni, proprio a casa dell’autore, a San Severo, nel mitico Doxy, dove sostituì Tiziana Ghiglioni nei brani da lei interpretati.

Il video è disponibile su You Tube al seguente URL: http://www.youtube.com/watch?v=s2yxudPI4TU  mentre il CD è ancora reperibile sui maggiori portali di musica, da Amazon e Ebay ad ITunes, da Feltrinelli a Emusic, da Mondo-Ribelle a Jazzos.com, sia in formato digitale che in MP3.