apr 16, 2014 | Post by: admin Commenti disabilitati

CRASH! BANG! GULP! FUMETTI E DI PIU’ di Giuseppe Petrilli e Michele Colucci

 

“ANATOMIE POSSIBILI” Opere di Mario MILANO

Lucera – Piazza Duomo, 21 Bacco & Perbacco, dal 19 aprile al 17 maggio a cura di Giuseppe Petrilli

Fumetti in mostra? C’è ancora chi si meraviglia? Dopo Lucca Comics ed altre centinaia di manifestazioni simili sparse nel mondo, dopo l’intestazione del palazzetto dell’arte di Foggia ad Andrea Pazienza, non è più lecito dubitare che il fumetto rientri tra le forme d’espressione artistica degne di una personale. Del resto sono sempre più frequenti gli interscambi tra pittura e fumetto, da Pablo Echaurren a Marcello Jori, per limitarci ai primi esempi che vengono in mente di “fumettari” trasformatisi in pittori, per non dire di Roy Lichtenstein, uno dei fondatori della pop art, che attingeva a piene mani i soggetti dei propri quadri dal fumetto, comprese le tecniche di realizzazione quali il reticolato e le famose nuvolette.

In questo solco si muove la mostra intitolata “Anatomie Possibili”, sulle opere di Mario Milano, che si articolerà attraverso un percorso di ricerca che l’artista ha sviluppato sperimentando la tecnica dell’aerografo, e che gli ha permesso di ottenere effetti pittorici di forme e volumi anatomici surreali.

I lungimiranti visitatori potranno ammirare alcuni risultati dei suoi approfondimenti sull’anatomia umana, unitamente ad una selezione di illustrazioni e tavole a fumetti, per non tralasciare quella che resta l’attività universalmente riconosciuta di Mario Milano.

Il quale nasce nel 1968 a Foggia, dove risiede e lavora e dove si diplomò in Scenografia nel lontano 1992, presso l’Accademia di Belle Arti. Gli inizi vedevano un alternarsi dell’attività di scenografo a quella di disegnatore di fumetti, passione quest’ultima che prenderà man mano sempre più il sopravvento. Infatti già dal 1994 inizia una collaborazione con la mitica casa editrice Sergio Bonelli Editore, disegnando per la serie Zona X. Nel 1999 inizia a collaborare alla serie Nick Raider, cui seguirà l’impegno per Magico Vento. Nel 2006 viene pubblicata la sua prima storia per Tex, l’immortale eroe western nazionale, per il quale disegna tuttora.

Nel 1997 ha vinto una borsa di studio come miglior ex allievo delle accademie di belle arti, conferitagli dall’U.N.A.M.S. Unione Artisti di Roma.

Ma è il 2006 l’anno della svolta: oltre alle storie western in salsa spaghetti, Milano inizia un rapporto di collaborazione con il Gotha dell’editoria mondiale delle bande dessinèe: la casa editrice francese Les Humanoïdes Associès (per intenderci quella che pubblica le storie di Moebius, recentemente scomparso, e dei più grandi e raffinati autori di fama mondiale) coronando il sogno di tutta una vita. Nel 2010 il Nostro aggiunge un’altra pietra preziosa alla sua collezione: la casa editrice francese Glénat, con la quale collabora tuttora, che si distingue per la scoperta dei maggiori talenti giovani e alternativi.

L’illustrazione e la pittura ad aerografo sono pertanto attività residuali, cui Milano si dedica con altrettanta maestria, nei pochi ritagli di tempo che gli impegni editoriali gli lasciano liberi.

La possibilità di incontrare l’autore in occasione del vernissage, organizzato dall’art director Giuseppe Petrilli per Sabato 19 aprile alle h. 21, nell’elegante cornice di Bacco&Perbacco – Wine Bar/Enoteca sito a Lucera in Piazza Duomo n. 21, rappresenta senza dubbio un’occasione da non perdere (info e prenotazioni: 348 366 2477 • 0881 524979 • http://www.baccoeperbacco.com/).